Buon senso, se non muore, si rivede

C’è un senso di vuoto comunicativo, manca qualcosa che ci permetta di sapere, mantenere, un controllo costante su quelle cose che, prima o poi, andranno ad impattare sulle nostre vite. Ogni tanto le notizie arrivano come cadute dall’alto, per chi, come noi, non ha il tempo e la possibilità di prestare un’attenzione continua alle vicende “pubbliche”. Per questo deleghiamo ai nostri amministratori, che a volte si trovano sulla nostra stessa lunghezza d’onda, altre volte meno.

In pochi giorni di vita di questo blog, nato appunto per colmare questo senso di vuoto, ha affrontato diverse questioni “calde” per chi vive nel fossanese: centrali a turbogas, viabilità e piattaforma logistica.

Sul tema della viabilità sembrano esserci novità: in un articolo di ieri Grandain riporta l’approvazione da parte dell’Anas di un elenco di 11 priorità nella nostra Provincia, da risolvere nel quadriennio 2007-2011.

In particolare per Fossano significa l’approvazione dello svincolo della tangenziale in Via Torino (zona McDonald’s) con un investimento totale di 4,2 milioni di euro. Il Sindaco Balocco ha dichiarato di sperare nel finanziamento dell’opera, ritenuta necessaria per dare un senso compiuto alla tangenziale.

Sulla base dell’analisi dei flussi di traffico la mancata realizzazione del raccordo ha determinato un sostanziale sottoutilizzo della tangenziale e la congestione della circonvallazione. Nel progetto preliminare si evidenzia che la sua realizzazione, specie se completata dal ponte di San Sebastiano e dal casello di Tagliata, consentirà di “convogliare direttamente il traffico sul sistema autostradale minimizzando l’interferenza con la viabilità locale e urbana”. Lo svincolo sarà costituito da una rotatoria di forma ovale, dalla quale si dipartiranno le due rampe di accesso alla tangenziale.

Una buona notizia dunque, l’amministrazione sembra essere a conoscenza del problema della scarsa integrazione della tangenziale rispetto al resto della rete. Ci sono però due aspetti da approfondire: le ragioni storiche che hanno portato alla attuale situazione e la soluzione proposta.

Per quanto riguarda le ragioni storiche che hanno permesso la progettazione e la realizzazione di una tangenziale nella quale è stata escluso un accesso diretto dalla via sulla quale sorgono alcune tra le principali industrie fossanesi (Michelin, Viglietta e, ai tempi, Riorda) e dove era collocata di fatto l’unica vera zona industriale del fossanese (ora un po’ più diffusa lungo tutta la periferia), si ricade in quel senso di vuoto informativo di cui sopra. La necessità dell’opera appare fondamentale anche solo con l’applicazione del buon senso, aldilà dell’analisi dei flussi una vista dall’alto della città poteva essere sufficiente.

Tangenziale

La tangenziale di Fossano (fonte Google Earth)

Lunga circa 8 Km la tangenziale si sviluppa a partire da Nord vicino alla Frazione Tagliata fino a Sud-Ovest poco prima della Frazione San Sebastiano. Gli svincoli (i cerchi in verde nella foto) intermedi la raccordano a Via Villafalletto e a Via Marene verso Torino. Il nuovo svincolo è segnalato in giallo, la rotonda sorgerà a breve distanza, 400m, dall’altra che collega Via Torino alla Circonvallazione.

Le rotonde sembrano andare sempre più di moda presso i nostri amministratori, sulla sola Via Torino se ne contano ben 4. Nonostante il “successo” in termini di usabilità, ultimamente la loro realizzazione ha fatto registrare qualche pecca. Due esempi su tutti: il primo il dimensionamento errato delle uscite dalla rotonda su Via Villafalletto che incrocia la SR20, Strada Regionale del Colle di Tenda, per cui in un primo momento non permetteva ai TIR di effettuare svolte nella prima uscita senza dover compiere un intero giro, il secondo la confusione generata dalle uscite della nuova rotonda in Via Torino all’altezza di Riorda. Quanti di noi hanno imboccato, o rischiato di imboccare la strada sbagliata?

È confortante osservare che il buon senso può condurre ad ipotesi in grado di rispondere alle esigenze del territorio allo stesso modo di studi specifici, questo qualifica come razionale la soluzione proposta. Si spera che lo stesso possa dirsi delle altre “ipotesi” attualmente sul tavolo.

[ip]

Informazioni tratte da:
"Svincolo per la tangenziale fra le priorità Anas", Grandain

Annunci

2 risposte a “Buon senso, se non muore, si rivede

  1. bhe, sul tratto fossano genola deve esserci un microclima che favorisce la nascita di nuove rotonde… a mio parere alcune sono funzionali, altre, poco comprensibili (quella davanti a riorda in particolare)

  2. geniale quella rotonda! vorrei conoscere l’ideaore…
    Sondaggio: Quanti hanno sbagliato strada almeno una volta?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...