Detersivi alla Spina

Forse non tutti sanno che a Torino alla fine dello scorso anno è nato un progetto pilota chiamato Detersivo alla Spina.

Dalle pagine del sito della regione Piemonte possiamo leggere che [1]: è incominciata la vendita del detersivo “alla spina”, un modo per ridurre i rifiuti, risparmiare risorse ambientali, rendere anche più lieve il costo della spesa quotidiana delle famiglie. Funziona così: il consumatore acquista il contenitore con il detergente solo la prima volta. Terminato il detersivo si reca nel punto vendita con il contenitore vuoto e lo riempie direttamente dai distributori. In questo modo il contenitore torna ad avere la sua funzione, non è più un elemento usa e getta, ma un oggetto da riusare periodicamente, riempiendolo di nuovo prodotto, evitando l’incremento di rifiuti di plastica.

L’iniziativa attuata in alcuni supermercati Crai e ipermercati Auchan e Ipercoop di Torino e provincia è stata promossa ed ideata dall’assessore regionale all’ambiente Nicola de Ruggiero.

La regione Piemonte ci informa anche del fatto che [1] il progetto del detersivo “alla spina” è annunciato da una fitta campagna di comunicazione che vede, oltre all’utilizzo di metodi tradizionali, anche alcuni curiosi ciclisti-sandwich che pedalano per Torino promuovendo l’acquisto. È ideato e coordinato dall’istituto di ricerca Ecologos di Torino, con il braccio operativo del centro studi Sereno Regis di Torino. La Regione ha messo in comunicazione fra loro le grandi catene di distribuzione e i produttori di detergenti, creando uno spazio di confronto permanente che favorisse l’interazione e la collaborazione, abituando i soggetti coinvolti ad agire insieme per realizzare un obiettivo comune e un cambiamento culturale.

Noi non possiamo che essere a favore di tali progetti purché gli obiettivi che stanno a monte siano perseguiti con forza, e che queste iniziative non vengano abbandonate dopo un breve clamore iniziale.

A tale proposito riteniamo che l’estensione di questa iniziativa ai supermercati della Provincia Granda sia un passo necessario e che accompagnato da un’attenta campagna promozionale possa ottenere un adeguato consenso.

Siamo sicuri che molte altre semplici iniziative di carattere ecologico possano essere implementate sul territorio.
Tramite il Blog vorremmo raccogliere le vostre proposte…

[dp]

Informazioni tratte da:
[1] “Detersivo alla spina”, Regione Piemonte

Annunci

9 risposte a “Detersivi alla Spina

  1. All’Auchan di Cuneo puoi prelevare caramelle, cereali e caffè direttamente da “silos” che puoi riempire con un semplice sacchetto. Ovvio, bisognerebbe avere anche costanza, cura, volontà e intelligenza di riutilizzare, a loro volta, i sacchetti stessi.

  2. Una soluzione secondo me è il caro e buon vuoto a rendere…
    I liquidi contenuti in bottiglie di plastica/vetro lattine di alluminnio, vengono pagati dal consumatore qualche centesimo in più!

    Alla riconsegna del vuoto la somma pagata per il contenitore viene restituita.

    La Svezia adotta questo sistema da anni ed ogni supermercato è dotato di un sistema automatico di ritiro ed accredito dei vuoti.

    I Risultati sono facili da immaginare!!!

  3. E’ una buona soluzione, anche perchè viene applicata ovunque per il carrello della spesa o le bombole del gas, tutto sommato non se ne vedono molte in giro abbandonate a se stesse…

  4. Concordo sulla bonta dell’idea. Non ho ancora visto distributori del genere in provincia. Ma so che ne esiste uno in un negozio a Fossano, dove pero’ il prezzo del detersivo mi risulta sia molto alto (forse è più biodegradabile degli altri ??)

  5. a fossano è ora possibile prendere latte alla spina… mi sembra 1 bella iniziativa.. si sostiene l’economia locale, speiramo con prodotti di qualità, e si da 1 taglio agli imballi… bella iniziativa!

  6. A proposito di detersivi alla spina in territorio piemontese ecco una bella ed utile mappa sicuramente da completare!

  7. bravo piko!bella mappa!

  8. faccio riferimento al commento di nik: per quanto riguarda fossano, il negozio che vende detersivo alla spina si chiama Biodin, in via matteotti… l’attività (vendita di prodotti naturali e biologici) è gestita da una cooperativa sociale, i cui soci – tra cui anche io – condividono una visione della società orientata al ritorno ad uno stile di vita molto più semplice…
    so che a breve anche nella bottega del commercio equo e solidale a fossano (nella nuova sede in via garibaldi – vi invito all’inaugurazione venerdì sera 30 maggio) si troverà in vendita il detersivo alla spina…
    il motivo per cui questo detersivo costa di più dei pubblicizzati nei vari supermercati e company è legato al fatto che non contiene prodotti di sintesi, ma soltanto prodotti naturali, quindi biodegradabili…
    se avete un amico che lavora a frequente contatto con i detersivi (bar, …), provate a chiedere che effetti hanno gli stessi, ad esempio, sulla pelle…

  9. 551 mila bottiglie di plastica in meno, stando ai dati diffusi dalla Regione Piemonte. E intanto il servizio si allarga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...