Fossano chiama Torino: area in sottosviluppo?

Un articolo su La Fedeltà, [1], rivela alcuni pensieri del sindaco Balocco circa il presente e il futuro della nostra area. In una lettera-documento rivolta a Chiamparino, Balocco sollecita “un incontro per avviare un progetto che rivitalizzi, sotto il profilo economico, industriale, tecnologico, quell’area che, da un dettagliato studio, appare fortemente sottosviluppata.”

Questo progetto sarà al centro di un convegno previsto il 12 Aprile, alle 21, presso il Castello “non tanto per delineare soluzioni immediate quanto per avviare un piano di sviluppo che permetta a quel “triangolo” territoriale della Granda di essere inserito nella sfera metropolitana di Torino.”

“Nel suo “teorema” il sindaco Balocco scrive: “In questo contesto (si parla del sottosviluppo dell’area: ndr) un ruolo essenziale gioca la città di Torino con cui vorremmo stringere un più intenso rapporto di scambio e di collaborazione con l’obiettivo di trasformarsi nella sua «città diffusa», in grado di offrire a potenziali nuovi residenti (non necessariamente in fuga da Torino, ma al contrario attratti dal sistema integrato «Torino-pianura cuneese») gli agi della Provincia uniti a una più marcata (rispetto a oggi) vocazione metropolitana”.”

Secondo La Fedeltà il pensiero è chiaro: “si tende la mano alla metropoli affinché consenta a un’area geograficamente assai favorita dalle comunicazioni e dal territorio, di crescere esponenzialmente senza dover soltanto fare affidamento sull’agricoltura. Del resto, scorrendo le vicende dell’ultimo mezzo secolo, è facile individuare le ragioni che hanno svuotato le città di pianura privandole di quella storicità economica acquisita nel tempo.
La globalizzazione, poi, ha fatto il resto e una certa miopia politica ha inferto un ulteriore colpo se non proprio mortale, assai preoccupante. ”

Si parla quindi delle aree tematiche che potrebbero entrare nel “progetto”: piattaforma logistica, aeroporto, raddoppio della Torino-Cuneo, casello autostradale alla Tagliata e, novità, Fossano potrebbe diventare il centro per la creazione di un importante polo informatico che poggi sul Vallauri.

Il commento di G. Bergese appare tutto sommato favorevole, anche se, a mio avviso, non si è centrato affatto il punto. Il pensiero di Balocco vede la zona del Fossanese come un’area sottosviluppata (a fronte di uno studio dettagliato, ma sconosciuto). Quanti condividono? Quanti pensano che “asfaltare” il fossanese (vista la tipologia di “investimenti” che vengono proposti) possa risolvere il problema? Dov’è la visione politica a lungo termine?
Il pensiero diventa “debole” quando si parla di città diffusa e di una più marcata vocazione metropolitana. Fossano come Nichelino, Carmagnola, Moncalieri? Città da cui, come afferma egli stesso, la gente fugge? Non è infatti la migliore qualità della vita che spopola le città “metropolitane” a favore delle piccole cittadine?
50 anni di industrializzazione ci hanno portato prima ad uno svuotamento delle campagne/comunità montane, poi delle piccole cittadine. Il pensiero di Balocco segue questa stessa linea: se le persone non vengono a Fossano, ma si spostano a Torino, allora portiamo Fossano a Torino. Peccato che questo “treno” giunga in ritardo, quando si avvertono già i primi segnali di decadenza proprio nelle aree metropolitane che dovremmo “seguire”.

La globalizzazione, con la polverizzazione dei centri, è invece il segnale nuovo di un cambio di paradigma. In questo senso dovrebbe essere valutato il ruolo futuro della nostra zona, guardando in avanti, e non verso un più rassicurante, anche se probabilmente, nel breve periodo, vincente, passato.

UPDATE:
Ecco la lettera inviata insieme all’invito alla conferenza del 12 Aprile.

[ip]

Informazioni tratte da:
[1] "Fossano chiama Torino: convegno con Chiamparino, Soave, Taricco e Quaglia", La Fedeltà, numero 13 anno 110, 4 Aprile 2007

Annunci

8 risposte a “Fossano chiama Torino: area in sottosviluppo?

  1. E’ nostra intenzione tentare la pubblicazione su La Fedeltà/La Piazza Grande di un punto di vista del blog sulla questione. Pertanto se avete osservazioni, commenti, spunti di discussione in merito, questo è lo spazio che fa per voi!

  2. Scusate ma non mi è molto chiaro cosa si intende quando si parla di […ruolo essenziale gioca la città di Torino con cui vorremmo stringere un più intenso rapporto di scambio e di collaborazione con l’obiettivo di trasformarsi nella sua «città diffusa»…]. Come farebbe Fossano a divenire una città diffusa????
    Perdonate la concretezza ma che c…o voleva dire il sig. sindaco….?

  3. Bisognerebbe leggere la lettera, ma il comune di Fossano non ha un ufficio stampa che pubblichi le notizie via web. O perlomeno io non l’ho trovato.

  4. Ok, lettera recuperata. Purtroppo non contiene molte informazioni in più… A parte dire che siamo un’area scarsamente popolata (sarebbe questo lo studio dal quale si deduce il nostro sottosviluppo?) e che i centri commerciali chiudono (ma a Genola aprono negozi, super e iper mercati quasi uno sull’altro!).

  5. Provo a sintetizzare il pensiero del Sindaco Balocco:

    – I comuni di pianura (tra i quali Fossano, Savigliano .) sono scarsamente popolati(????????)

    –> allora non è giustificabile una spesa sanitaria atta al mantenimento in vita dei servizi !

    –> allora molti esercizi commerciali chiudono!

    Soluzione (del sindaco):

    Attrarre nuovi residenti affinché la granda si trasformi nell’Hinterland Torinese.

    Commento:

    La popolazione nei comuni della pianura così come vengono chiamati non mi sembra sia diminuita, per cui se le spese per i servizi erano giustificabili nel passato non vedo perché non lo siano più adesso! Nella sanità si può fare efficienza (e tutti lo sanno, ci sono sprechi enormi)! I servizi non fanno parte degli sprechi!

    Molti esercizi commerciali chiudono: vorrei avere dei dati per commentare questo fatto! Ed anche qui è un po’ vago perché i centri commerciali di grandi dimensione non mi pare affatto che stiano chiudendo anzi!

  6. In effetti questo era un po’ il succo del mio discorso.

  7. Pingback: Il container.... dove lo metto? « Gruppo Acaja

  8. Pingback: Il numero selezionato è occupato « Gruppo Acaja

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...