Fossano: Teleriscaldamento e la centrale che non c’è (Lettera ai direttori)

Per sollecitare il dibattito locale, latitante, abbiamo inviato questa lettera ai vari direttori di giornali locali:

Caro Direttore,
Le ultime notizie riguardanti il progetto di teleriscaldamento per la città di Fossano lasciano quantomeno sgomenti noi semplici cittadini, lasciati all’oscuro dei dettagli del sistema complessivo e ormai in balia di un progetto in corso di realizzazione, ma con già alcuni importanti campanelli d’allarme. Ci riferiamo in particolare alle dichiarazioni dell’amministratore delegato del Gruppo EGEA che in merito alla questione della mancata realizzazione nei tempi previsti della centrale che dovrebbe alimentare il sistema di teleriscaldamento attualmente in realizzazione dice: “Il progetto di teleriscaldamento non ha subito alcuna battuta d’arresto. Noi siamo in condizione di fornire il servizio a partire dalla prossima stagione autunno-invernale. Stiamo lavorando all’ipotesi di realizzare una piccola centrale provvisoria presso lo stabilimento della Balocco. L’area della Balocco da un lato consente il pieno rispetto delle tempistiche di progetto, dall’altro si armonizza con le linee guida dell’iniziativa che prevedono, in sintesi, la realizzazione di sinergie con le attività produttive ed industriali di Fossano, il rispetto dell’ambiente attraverso l’installazione, presso la centrale termica, di macchinari caratterizzati dalle più moderne tecnologie e dai più rigorosi sistemi di controllo delle emissioni, in linea con le più recenti direttive europee; l’allontanamento delle sorgenti inquinanti dalle zone a maggior concentrazione urbanistica. L’impianto verrebbe situato nella zona meno prossima agli insediamenti e, in ogni caso, una volta entrata in funzione la centrale della Michelin, la centrale potrebbe essere spenta.”
Siamo a Giugno e secondo quanto letto ci sono circa 6 mesi di tempo per la realizzazione di una centrale ancora da definire. Sembra presentarsi una possibile situazione di emergenza, grazie alla quale sarà possibile soprassedere su tutte quelle procedure che consentirebbero la realizzazione di una soluzione ideale e in linea con quanto propagandato sui giornali locali in questi mesi:la ricerca del minor impatto ambientale, la maggior efficienza, la realizzazione tecnica all’avanguardia.
In ogni caso rileviamo una mancanza pressoché completa di trasparenza nei confronti dei cittadini circa i dettagli di un’opera in grado di coinvolgere tutti, ivi compresi coloro che non vorranno o potranno godere dei tanto decantati vantaggi del teleriscaldamento.
Cordiali saluti,
Gruppo Acaja
acaja.wordpress.com

Abbiamo già ricevuto i primi riscontri, ogni nuova informazione verrà prontamente segnalata.

Annunci

3 risposte a “Fossano: Teleriscaldamento e la centrale che non c’è (Lettera ai direttori)

  1. Sottoscrivo pienamente questa iniziativa!!!

  2. Ma poi perchè continuiamo a chiamarlo Teleriscaldamento quando si tratta di una centrale Termoelettrica….che non inquinerà di meno ma DI PIU’ !!!!

  3. Anche TargatoCN ha riportato la nostra lettera. Qualcosa finalmente si muove, speriamo in bene!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...