Balocco c’è (e ci guarda da lontano)

“L’Amministrazione comunale non ha mai avuto la volontà, né ha ricevuto proposte, né si è mai spesa, in occasioni ufficiali o ufficiose, per favorire la realizzazione di un campo nomadi sulle rive di Stura” afferma Balocco replicando all’interrogazione dei consiglieri di minoranza, Cuzzocrea e Mantini su quel campo nomadi di cui si era parlato poco tempo fa.

Questo e altro in un pezzo “storico” de La Piazza Grande [1].

“Mi dispiace dover ritornare sull’argomento” continua Balocco “ma l’allarme che si è diffuso fra alcuni miei concittadini mi impone di ribadire quel che per noi è sempre stato scontato. Certo, è perlomeno curioso che io debba smentire ciò che non è mai avvenuto, solo per la superficialità (o il deliberato proposito) di chi ha diffuso la voce e di chi l’ha raccolta senza mettere a disposizione dei lettori gli strumenti per misurare l’attendibilità della notizia. Con questo stesso criterio si potrebbe sostenere di tutto: che Fossano si è candidata ad ospitare un deposito di scorie nucleari piuttosto che un casinò, una base militare piuttosto che la prossima elezione delle Olimpiadi. Tanto che importa se non è vero? L’importante è fare rumore ‘sbattendo il mostro in prima pagina’. Per questo, pur tentato dall’archiviare il caso facendo spallucce di fronte all’enormità della notizia, mi riservo la facoltà di sporgere querela per tutelare l’immagine dell’Amministrazione comunale.”

A Balocco, certe voci non sono evidentemente sfuggite. Probabilmente ci guarda da lontano, o magari è tra noi, nascosto tra i nick.

Ecco, quindi ti dò direttamente del tu, Francesco, come si fa tra noi “internauti”. Che con un poco più di simpatia (bello il sarcasmo sulle Olimpiadi, ma la caserma non è una base militare?) e un po’ più di umiltà potrei persino chiamarti Cesco, o magari Ciccio.

Dicevo: Francesco, dai, non prenderla a male, che t’han chiesto solo se certe voci erano vere! Non fare il permaloso, che bastava dire: “No, che scherzate?” e tutto si chiudeva lì.

Per quella roba delle scorie, Francesco, guarda che mica l’abbiamo chiamato noi, il tipo del CNR. Mica l’abbiamo fatta noi, quella ricerca. E che Berlusconi proponga il nucleare mica gliel’abbiamo suggerito noialtri. Che poi, anche per questo, Francesco, basta poco. Basta una bel parco naturale, o alzare il livello dello Stura (una bella diga a Sant’Albano eh? così si alza il PIL, poi si sa, le Grandi Opere uniscono la massa, che mica possiamo sempre litigare sulla muraglia di Corten!).

Comunque, Francesco, fatti vivo, se hai voglia. Noi siamo qui, ti aspettiamo.

[ip]

Informazioni tratte da:
[1]
"Il sindaco Balocco: «Non esiste un progetto per un campo nomadi, querelo chi dice il contrario»" La Piazza Grande, numero 13 anno 20, 1 Aprile 2008

Annunci

13 risposte a “Balocco c’è (e ci guarda da lontano)

  1. cesco, se leggi, leggi bene! o se non capisci.. chiedi!

  2. Se il nostro sindaco ci leggesse avrei da chiedere due cose:
    1. quando inizia l’egea a riprisitinare le strade
    2. per caso anche il nostro comune ha comprato derivati?

  3. Heilà…
    ho trovato questo link del sole 24 ore…

    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2007/10/TABELLA-DERIVATI.xls

    Aggiornato al 2003 però…

  4. Ottimo Giobbe. Fino al 2003 ne siamo fuori, speriamo che dopo.

  5. su repubblica si riprendono le voci sui siti x centrali nucleari tra cui c’è fossano

    http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/politica/verso-elezioni-20/centrali-scontro/centrali-scontro.html

  6. Se il Ns. Sindaco ci legge, spero legga anche questo:
    ” È stato presentato con molta enfasi dalla stampa locale e piemontese il progetto “Casa ai poveri” messo in campo dal Comune di Fossano. E’ l’ennesimo scippo della sinistra che non ha fatto altro che rivisitare il progetto presentato dal sottoscritto nella passata legislatura sotto il nome “Una Casa per tutti” .
    Allora il progetto fu bocciato dalla maggioranza in carica, dello stesso colore politico della attuale, di cui Balocco era Vice Sindaco.
    Ora rispunta, rivisitato, per potersene prendere il merito.
    Certo Le elezioni amministrative si avvicinano (manca poco più di un atto) ed il colpo fa sensazione, ma spero che gli elettori si ricordino pure di come è stato gestito il progetto “Piena proprietà” da questa maggioranza !!
    Accludo la bozza della mia proposta per un confronto ! A buon intenditore !!

    Fossano, li 9 febbraio 2000
    Ill.mo sig.
    Presidente del Consiglio Comunale
    OGGETTO: Progetto “UNA CASA PER TUTTI”
    MOZIONE
    del Consigliere comunale
    Biagio BARBERO – Capogruppo PIEMONT
    condivisa da:
    Franco BLANDINO- Capogruppo CENTRO PER FOSSANO
    Gianfranco DOGLIANI – Capogruppo FORZA ITALIA
    Anna MANTINI – Capogruppo ALLEANZA PER FOSSANO
    Franco VALTER – Capogruppo CENTRO CRISTIANO DEMOCRATICO (Ccd)
    PREMESSO che:
    – nonostante che la nuova legge sulle locazioni (numero 431/98) abbia parzialmente superato il regime vincolistico di cui alla precedente legge 392/78, la disponibilità sul mercato di alloggi da destinare ai fini abitativi per le situazioni di emergenza è sempre molto ridotta poichè i proprietari preferiscono tenere sfitti i loro immobili in attesa di una futura vendita, a causa delle difficoltà a rientrarne nella piena disponibilità, anche per il pressochè ininterrotto blocco degli sfratti e non ultimo per il diritto di prelazione attribuito al conduttore, in caso di disdetta da parte del locatore ai sensi dell’art. 3 lettera g) di detta legge 431/98.
    DATO ATTO che:
    – è sempre più difficile reperire sul libero mercato delle locazioni appartamenti da destinare alle emergenze abitative, stante la diffidenza dei proprietari verso gli utenti che spesso, per le loro condizioni economiche e sociali, non sono in grado di garantire, nonostante gli accordi contrattuali, il pagamento del canone, nè il rilascio nei tempi concordati, nè una buona conservazione degli stabili concessi in locazione.
    CONSIDERATO che:
    – altri Comuni hanno predisposto progetti in grado di favorire l’immissione sul libero mercato di alloggi da concedere in locazione, da destinare alle emergenze abitative, sotto la garanzia comunale del pagamento del fitto, della riconsegna e della riduzione in pristino in caso di eventuali danni che dovessero verificarsi nel corso della locazione
    IMPEGNANO
    la Giunta Comunale e l’Assessorato competente, ad adottare nel Comune di Fossano il progetto che segue:
    “Al fine di venire incontro alle emergenze abitative esistenti o che si evidenzieranno nel prossimo futuro nell’ambito del territorio del Comune di FOSSANO e stante la indisponibilità di alloggi di proprietà comunale da destinarsi a tali fini, il Comune provvederà a reperire sul mercato delle locazioni, unità abitative avviando il seguente procedimento:
    * emissione di un bando con il quale verranno invitati i proprietari di alloggi sfitti a dichiarare la propria disponibilità per una eventuale locazione ad uso abitativo;
    * ottenuta la disponibilità, il Comune di Fossano provvederà a far eseguire un sopralluogo da parte dei tecnici comunali per verificare la conformità dell’unità abitativa alle normative vigenti, con correlativa offerta al proprietario di un congruo canone di locazione, in linea con quelli praticati nel libero mercato;
    * stipula del contratto di locazione tra il proprietario ed il Comune, nel quale verranno definitivamente fissati: il canone già preventivamente concordato, la decorrenza e la durata del contratto, l’impegno alla restituzione del bene al proprietario in tempi certi e preventivamente concordati, oltre naturalmente la facoltà per l’Ente di subaffittare o concedere gratuitamente in uso l’immobile a famiglie in emergenza abitativa.
    Il tutto con l’impegno da parte del Comune di farsi garante del rilascio nei tempi stabiliti, della riduzione in pristrino stato dell’immobile a proprie cura e spese per riconsegnarlo al proprietario nelle stesse condizioni in cui si trovava al momento della consegna, al termine della locazione;
    La Giunta e l’Assessore competente si impegnano altresì a verificare l’esistenza di finanziamenti Regionali per sopperire alle emergenze abitative, per la copertura finanziaria della presente operazione ed a riferire a codesto Onorato Consiglio in ordine agli sviluppi ed esiti della presente nel termine di tre mesi da oggi decorrenti.”

  7. Spett. Consigliere, premetto che non conosco i trascorsi…

    Credo però lei debba essere soddisfatto. Infatti anche se a distanza di tempo un progetto che lei stesso aveva proposto è stato approvato.

    Io credo che la politica (in particolar modo a livello locale) debba metter al primo posto i risultati e lasciar perdere le stupide rivalità politiche.

  8. Io credo che bisogna dar atto a chi per primo ha sollevato la questione proponendo soluzioni interessanti.

    Leggendo le dichiarazioni del sindaco sulla tornata elettorale io direi che la lega ha vinto perchè è più vicina alla gente. Se il sindaco intende che la politica che decide come la sua è meglio credo che si sbagli di brutto visto gli errori fatti a fossano

  9. Sempre a proposito della mozione: “casa ai poveri” o “una casa per tutti” che dir si voglia, sicuramente è vero che è stata proposta dai consglieri comunali di centro destra 8 anni fa, ma è anche vero che in 8 anni le condizioni politiche/sociali/economiche sono sicuramente diverse. Questo a mio avviso possono essere le ragioni per cui ora magari questo progetto viene approvato ed otto anni fa no.

    In secondo luogo, io non sono del tutto certo che questo progetto (se non gestito con scrupolo ed attenzione) possa funzionare.

  10. Grazie a Gina per il sostegno morale.

    A Danilo rispondo che non si tratta di rivalità politica, pero’ si poteva dare atto che la proposta era stata presentata anni prima da un Consigliere di opposizione.
    Ai tempi del mio mandato il sottoscritto fu assolutamente propositivo, senza alcuna rivalità verso chicchessia (ognuno e portatore delle sue idee – buone o cattive che siano). Piuttosto era esattamente il contrario. Tutto cio’ che proveniva dall’opposizione non era il caso di prenderlo in considerazione perchè non era partorito dalla Giunta in carica, pertanto NON approvabile. Pur considerando il mutamento delle condizioni politiche e socio economiche, se una proposta è valida tale rimane otto anni dopo.
    Per chiudere più di una mia proposta è stata ripresa ed attuata in questa legislatura; allora l’unica che passo’ in Consiglio (contributo ai negoziani per vetrine illuminate NON FU MAI ATTUATA).
    Non c’è alcuna animosità da parte mia, solo il rammarico della assoluta mancanza di onestà intellettuale da parte dei nostri amministratori.

    P.S. Ma non è che Danilo è il Nick di Balocco???

  11. …e No caro “Sherlock Holmes”… (Scherzo)
    Danilo è il “Nick” di Danilo…Non ci conosciamo ma magari avremo l’occasione di farlo…

    Comunque sia, a proposito della proposta “una casa per tutti” a me e ad alcuni amici è venuto un dubbio…molto pratico…

    Se ad esempio l’inquilino dell’appartamento affittato con le modalità sopracitate decide di non pagare più l’affitto…(per varie ragioni) date le tempistiche per lo sfratto chi dovrà sopportare i costi di tale situazione? Il comune? Per quanto tempo?
    Non è che questa situazione può diventare insostenibile per le casse comunali?
    Spero vivamente che tutto ciò venga previsto ed appositamente regolato! Non vorrei che questa iniziativa si tramuti in “A Fossano case gratis per i più Furbi”…

  12. Perchè non vieni in Piazza Manfredi il 10/5/p.v., così ci confrontiamo; puo’ essere utile anche per il futuro.
    Naturalmente l’invito è a tutti i frequentatori di questo Blog (dalle 15.30 alle 18.30) noi sareno lì (Osservatorio Fossanese).
    Rispondendo alla Tua domanda. Il progetto di regolamento era molto articolato; era’ prevista una fidejussione a prima richiesta da parte di una Banca; pare che anche oggi esista un accordo con la CRF e poi ci sono, se non erro, 156.000 euro della Regione.
    Si può fare ! Bisogna solo gestirlo bene e non, come sembra, tipo Agenzia Immobiliare Pubblica (tra l’altro che ne diranno le Agenzie private ?). Penso che più che “case per furbi” questa Agenzia un altro modo per sistemare qualcuno.

  13. Da “La Fedeltà ” – Nuovo manager” per Granda Wireless
    Quando si dice lottizzazione del potere !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...