BedZed Fossanese

Sapete che cos’è BedZed?
Beddington Zero Energy Development, è un quartiere della periferia Londinese a quasi zero impatto ambientale. Grazie ad una serie di espedienti, a Bed Zed non viene utilizzato nessun combustibile fossile né per il riscaldamento né per i trasporti.
Come è stato possibile tutto ciò?
Semplice, applicando alcuni criteri di costruzione eco-sostenibili sono state create abitazioni che grazie all’aumento degli standard di isolamento termico e grazie al recupero integrato del calore, non necessitano neppure dell’impianto di riscaldamento.

I concetti applicati vanno dall’adozione di un involucro edilizio per regolare il clima interno delle abitazioni, all’utilizzo di camini a vento per il riciclo dell’aria ed ancora all’uso del fotovoltaico per la generazione di energia e al riutilizzo dell’acqua piovana per gli scarichi e per l’irrigazione dei giardini.

Concetti abbastanza semplici vero? Così semplici che con un po’ di buona volontà si potrebbero applicare persino a Fossano.

Come?

Ad esempio inserendo nel nuovo piano regolatore dei vincoli tali per cui le abitazioni di nuova costruzione debbano rispettare i criteri di “zero impatto ambientale”.

Dimenticavamo…

I costi di costruzione sono risultati in linea con quelli di mercato e in aggiunta dopo un primo periodo di monitoraggio BedZed ha già mostrato ottimi risultati. Infatti a paragone con interventi simili:

· il consumo per il riscaldamento dell’acqua è in media più basso del 45%
· il consumo di elettricità per l’illuminazione, la cucina e gli impianti è inferiore del 55%
· il consumo d’acqua è minore del 60%

A nostro avviso questa è la strada da intraprendere in Italia ed in particolare anche a Fossano. A questo proposito ci rivolgiamo alle forze politiche perché prendano in considerazione la nostra proposta e se ne facciano carico affinché Fossano possa recitare un ruolo da protagonista nel risparmio energetico.

[Gruppo Acaja]

Informazioni tratte da:
[1] "BedZED & Eco-Village Development", BioRegional
[2] "Progetto BedZed", Jack Napier
[3] "Risparmio Energetico : BEDZED, UNO STRAORDINARIO ESEMPIO DI PROGETTAZIONE SOSTENIBILE", Gruppo IngArk.com
[4] "Casa a Impatto Zero, a Poppi arriva la Smart House", Regione Toscana

Annunci

11 risposte a “BedZed Fossanese

  1. E’ un’idea Geniale!

  2. mi accontenterei che il comune di fossano si facesse portavoce attivo della campagna recentemente lanciata dalla Regione Piemonte.

    “uniamo le energie”

    ci sono parecchio fiannziamenti in ballo…

    http://www.regione.piemonte.it/energia/la-sfida.html

  3. Mi piacerebbe conoscere qual è l’opinione dell’osservatorio Fossanese e quale quella dell’attuale giunta…

  4. Accolgo la sollecitazione di Danilo e rispondo volentieri a nome dell’Osservatorio. L’ipotesi è molto interessante, ma al momento possiamo parlarne solo da persone non troppo informate. Posso solo dire che il progetto è allettante e nulla osta che venga ripreso nel programma amministrativo di qualche movimento.
    Anche noi del resto riteniamo che non si possa ormai più prescindere dal sempre maggior utilizzo di energie alternative (Abbiamo progetti in elaborazione sia per l’illuminazione pubblica (risparmio in termini di spesa) che per quella privata (minore impatto ambientale ed inquinamento).
    Più difficile, stante la mia passata esperienza di amministratore, introdurre gli obblighi di cui parla il Gruppo Acaja nel P.R.G.C. in primo luogo perchè sullo stesso pende ancora l’approvazione regionale, in secondo luogo perchè il P.R.G.C. non è lo strumento adatto in quanto suo compito è prevedere l’evoluzione nel tempo della città e dei suoi insediamenti, ma non di indicare i mezzi per attuarli che sono lasciati ai regolamenti comunali, anche attraverso i Piani Attuativi – P.E.C. – Piani di recupero, etc.; Fattibile invece, con semplice delibera di Consiglio, introdurre tali previsione nel regolamento edilizio, graduandone l’adozione, in modo da ottenere risultati sostanziali nel medio – lungo periodo.
    Occorrerà anche verificare l’impatto sui prezzi di queste costruzioni “ecologiche”.
    Perchè non iniziare dall’edilizia pubblica, a titolo sperimentale?
    Bisognerebbe tuttavia confrontarsi con qualcuno che abbia qualche esperienza in più in proposito.
    Mi pare di aver letto che in qualche parte d’ Italia sia stata intrappresa una strada simile.
    Da approfondire !

  5. Argomento OT: perchè il prossimo thread non lo aprite sulla questione delle consulenze del Comune di Fossano? Sfogliando i dati pubblicati dal Ministro Brunetta ci sono alcune consulenze a mio avviso inutili, sarebbe interessante capirne un pò di più.

    Inoltre rimane sempre aperta la questione della riasfaltatura delle strade danneggiate dagli scavi per il teleriscaldamento a cura dell’Egea e che dovevano essere messe a posto nella primavera di quest’anno ma nulla è stato fatto. Come mai?

  6. OT: concordo con la apertura di nuovi argomenti: cmq riasfaltatura mi pare se ne parli nell’opuscolo che l’amministrazione invia ai cittadini (fossano oggi, mi pare).. la causa dei ritardi è la pioggia a quanto sembra.. sulle consulenze sarebbe sicuramente interessante… ma esiste un posto dove accedere a queste informazioni?

  7. Per Greg.

    Se fai una ricerca qui http://www.innovazionepa.gov.it/incarichi/Intro.htm

    trovi le consulenze per il 2006. Sarebbe interessante avere gli ultimi 5 anni per vedere come spendono i nostri soldi.

    Per quanto rigurda l’asfaltatura delle strade il comune ha in programma per il momento il viale regina elena e in un prossimo futuro via orfanotrofio.
    Il problema che c’è le paghiamo noi, non ho traccia di corrispettivi versati dall’egea per la rovina delle nostre strade. Inizialmente l’amministrazione aveva detto che le strade interessate dalla posa dei tubi le avrebbe risistemate l’egea.
    C’è qualcuno che ne sà di più?

  8. Grazie per avermi citato tra le fonti, è sempre più raro trovare una tale correttezza nel web.
    Complimenti per il blog.

  9. Grazie a te per i complimenti, che ricambiamo.
    Citare le fonti non è solo una questione di correttezza, è un fondamento del nostro “stare sul web”, è un modo per “completare” l’informazione in maniera esaustiva e per agevolare un percorso di ricerca e approfondimento.

  10. Pingback: Stormir d’uranio « Gruppo Acaja

  11. Ecco una bella storia su Quartieri a basso impatto, a basso costo, e con un’iniziativa pilota nella nostra regione: http://www.wired.it/magazine/archivio/2009/03/storie/cover-story-mario-cucinella.aspx

    Queste sono le cose di cui si dovrebbe parlare in questa campagna elettorale, che invece appare, nel fossanese, stranamente silenziosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...