Non ci son più le mezze stagioni

Così deve aver pensato Mana dopo le considerazioni dell’ Assessore Bruno Olivero sulla scorsa stagione invernale.

Il riferimento è lo scorso consiglio comunale, nel corso del quale sono emersi i primi dati reali su costi e consumi per il riscaldamento dei tre edifici che hanno usufruito dei “vantaggi” del teleriscaldamento nel suo primo anno di attività.

71mila m³ di gas nella stagione 2007/2008 contro i 51mila della precedente. 59.427€ contro 43.120€, queste le cifre. L’aumento dei consumi è stato spiegato con problemi di funzionamento dell’impianto alla scuola Levi. E, naturalmente, con la stagione particolarmente fredda.

Il dato certamente più dubbio riguarda quello della quantità di gas consumato, perchè indice di scarso risparmio sulla razionalizzazione delle fonti di calore , così tanto ribadito dall’amministrazione e principale voce nel bilancio energetico del progetto. Chi non ricorda infatti i discorsi sulle numerose, piccole ed inefficienti caldaie spente in favore della nuova e “pulita” centrale di cogenerazione?

Forse non si era tenuto conto delle pompe necessarie a portare acqua nell’impianto, o forse nel bilancio non si era tenuto conto della stessa cogenerezione, tanto che è stata la stessa opposizione a chiederne conto.

«Già: ma Egea avrà mica fatto pagare al Comune anche i costi di produzione dell’elettricità consumata da Michelin?» [1], si domanda Mana.

Probabilmente l’ennesima domanda senza risposta in questa oscura vicenda.

[ip]
[1] "Teleriscaldamento, salgono i costi
Il sindaco: «ha solo fatto più freddo»
"
, La Piazza Grande, n° 30 anno 2008, pag. 2

Annunci

6 risposte a “Non ci son più le mezze stagioni

  1. In effetti quest’anno è stata una stagione più fredda della precedente, non credo comunque che il progetto del teleriscaldamento sia stato “tarato” sull’annata 2006/2007, la più calda da quando si misura la temperatura!!

  2. Sarebbe interessante avere qualche anno in più di valori sui consumi per fare un analisi più precisa. Un aumento del 40% sui consumi mi sembra una sproporzione enorme. Nessuno si aspetta un guadagno enorme anche perchè le caldaie singole sono comunque tenute accese dai proprietari solo il minimo necessario mentre la centrale è per ovvie ragioni accesa costantemente. Mi chiedo se ci siano anche dati sull’inquinamento effettivo, altro punto importante su cui si era a lungo discusso.

  3. Ma si potrebe fare una bella analisi su questo impianto e proporla anche al Comune e al’Egea.
    Questa magari in collaborazione con il politecnico per un bella tesi di Laurea …

    Mi spiego se uno o più studenti studiassero l’impianto magari trovano che è uno spettacolo oppure trovano le ‘magagne’ che tanto si sospettano e ci danno anche qualche soluzione alle stesse …

    Se qualcuno passa al Poli a torino potrebbe lasciare un biglietto in bacheca … e poi chissà … :-)

  4. @(ilq)
    Il guadagno era una delle “promesse” con cui è stata “venduta” la centrale a cittadini: sui giornali e nella famosa riunione con gli abitanti di S.Lucia. Cioè, da una prima analisi dei dati reali per i soli 3 edifici “pubblici” (quindi dati parziali sia come dimensione del campione sia come serie storica), emerge che quel che andavamo dicendo sul “bilancio energetico a spanne” non era “campato in aria”. Che bella “vittoria di pirla”, visto che poi la centrale l’han fatta lo stesso. Speriamo nel ricorso di quelli di Cussanio…
    @Luca
    Bell’idea, ma il Poli era già stato contattato e consultato per l’esame del progetto, in particolare per la distribuzione del cono dei fumi. Non penso comunque che un Tesi di Laurea su una centrale “riciclata” (perchè parti vitali della struttura arrivano dalla dismissione di una vecchia centrale Albese già di EGEA) possa risultare interessante. Anche perché richiederebbe la collaborazione di Michelin, EGEA e comune: a tutt’oggi siamo ancora in attesa delle risposte ai nostri quesiti circa il progetto della centrale, più di un anno nonostante le manifestazioni di disponibilità al dialogo e alla trasparenza.

  5. si ok ma tentare non nuoce basa rendere invitante lo studio … Studio sul riciclo delle centrali .. :- ) poi io questa me la ero persa … !!
    A parte gli scherzi io con le mie società collaboro con il Poli (informatica e telecomunicazione …) mi sono sembrati sempre disponibili … magari faccio un paio di mail … se non sono tutti la mare …

  6. Leggendo questo thread e le tante discussioni fatte in merito al teleriscaldamendo mi chiedo sempre a chi sia servito questo sistema.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...