La grande lotteria degli incentivi

No al suicidio energetico!

Il Centro Studi sull’Economia Immobiliare – CSEI ha condotto un’indagine sulla propensione delle famiglie italiane al risparmio energetico. I risultati si sono rivelati più che incoraggianti: il 98,6% degli intervistati dichiara di seguire in casa comportamenti virtuosi, volti a risparmiare energia; dunque, il grado di sensibilizzazione è elevatissimo e si va dallo spegnere le luci degli ambienti quando si esce da una stanza (88,7%), all’utilizzo di lampadine a basso consumo (71,9%), all’acquisto di elettrodomestici che consumano meno (56,7%), fino allo spegnere gli apparecchi invece di lasciarli in stand-by (54,8%), all’installazione di vetri termici (45,9%) e all’adozione di valvole termostatiche sui termosifoni (24,6%).

Il 12,4% delle famiglie intervistate ha dichiarato di aver eseguito negli ultimi anni almeno un
intervento volto al risparmio energetico.

Che tipo di intervento?

L’86,7% ha eseguito lavori per la riqualificazione e la riduzione del fabbisogno energetico della propria abitazione; il 53,8% ha fatto interventi sull’involucro dell’edificio per la riduzione delle dispersioni; il 34,6% per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda e il 33,2% per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale per installare caldaie a condensazione.

Notevole impatto ha certamente avuto il meccanismo virtuoso di detassazione delle spese sostenute per la realizzazione di questi interventi, era possibile recuperare fino al 55% dell’importo sostenuto. Una norma, che ha permesso di creare un volume di affari superiore ai 3 miliardi di euro per un incentivo totale pari a circa 820 milioni di euro. Un risparmio gradito alle famiglie: se nel 2007 gli interventi detraibili per risparmiare energia erano stati 106mila, nel 2008, ad oggi, sono oltre 70mila: dato che la documentazione per il 2008 può essere presentata fino a marzo 2009, si stima
che il dato finale si aggiri intorno ai 130mila, le detrazioni si riferiscono comunque alle sole spese effettuate nel corso del 2008.

Tutto questo era possibile e virtuoso almeno fino al famoso decreto anti-crisi, grazie al quale invece, si ridimensionano pesantemente gli incentivi per il risparmio energetico negli edifici.

Con l’articolo 29 (qui l’estratto della relazione a corredo del decreto) infatti si introducono complicazioni burocratiche (la richiesta deve essere inoltrata all’Agenzia delle Entrate e la sua valutazione segue l’ordine cronologico di invio della domanda) e il principio del “silenzio rifiuto” (i privati e le imprese intenzionati a chiedere il bonus dovranno inviare una domanda all’agenzia delle Entrate – il cui silenzio, entro 30 giorni, equivale a un rigetto – e sperare che i fondi stanziati non siano ancora terminati). Nel
provvedimento si impone un tetto massimo incentivabile (previsti 82 milioni di euro per il 2008: 1/10 di quelli usufruiti l’anno precedente) . E non solo: la norma è retroattiva, cioè vale anche per l’anno in corso, il 2008. In questo caso però, mancato invio della domanda o diniego da parte dell’agenzia delle Entrate, pregiudicherà solo in parte l’incentivo: l’interessato potrà usufruire di una detrazione dall’imposta lorda, ma solo se è una persona fisica e solo al 36% delle spese sostenute (fino ad un massimo di 48.000 euro da ripartire in 10 rate annuali).

Chi si è fidato dello Stato, ha fatto l’intervento quest’anno e contava di recuperare il 55%, rischia di perdere migliaia di euro: circa 15 mila euro di mancati incentivi, ma in questa cifra non sono considerati i lavori effettuati proprio per rientrare nei parametri previsti per l’erogazione degli incentivi stessi: investimenti che possono essere stimati tra i 15 e i 35 mila euro, per un totale tra i 30 e i 45 mila euro. Migliaia di euro investiti pensando al recupero delle spese, che invece adesso servono per partecipare ad una vera e propria lotteria degli incentivi.

Un vera mazzata, insomma, per certi versi una vera truffa ai danni dei cittadini, visti i messaggi positivi lanciati con la finanziaria 2008 (che prorogava le agevolazioni fino al 2010). Cittadini che oltre al danno dovranno pure subire la beffa demagogica del “falso” tetto sui mutui (fissato al 4% per mutui a tasso variabile che si attestano in media intorno al 4,5%, 5% con tassi in discesa) o quella dei mancati bonus energia (basta essere proprietari per risultare fuori dai parametri previsti). Una mazzata che si ripercuote anche sulle imprese del settore, in un momento in cui il mercato edilizio subisce già le prime flessioni.

E poi si parla di SKY.

(continua…)

[ip]

Annunci

27 risposte a “La grande lotteria degli incentivi

  1. Aggiornamenti: Anche la CNA sul piede di guerra.
    Ne parla anche Gramellini.

  2. Governo democratico !!
    Le leggi retroattive sono la tomba dello Stato di diritto !!

  3. Un calcolo meno approssimativo su una situazione “standard” di riqualificazione energetica di un edificio composto da: Rifacimento Tetto coibentato, cappotto esterno, coibentazione pavimenti contro-terra, impianto di riscaldamento a bassa temperatura, caldaia a condensazione, serramenti : 100 mila euro iva inclusa. Totale incentivi 55mila euro (vecchia versione), 17280 in caso di 36% (diniego da parte di Agenzia delle Entrate o mancato invio della richiesta entro i tempi stabiliti). 37720 euro di differenza (IL MONTEPREMI DELLA LOTTERIA!!). Questo solo per gli incentivi, sarebbe necessario conteggiare anche tutti quei lavori che non sarebbero stati fatti a fronte della nuova situazione.

    Per tutto il resto c’è SKY…

  4. Ho speso 30000 € per lavori di ristrutturazione anziche ricevere il bonus di 5500 € per tre anni (16500 €) ne riceverò sicuramente 1080 € x 10 anni (10800 €).
    Ammanco totale 5700 €
    570 € Anno ecco il furto o le nuove tasse che devo pagare

    Se lo sapevo di questo furto col cavolo che facevo i lavori.

    Le prossime spese sicuramente in “nero” cosi il guadagno è immediato e assicurato e le norme retroattive se le attaccano alle P..e.

  5. Altre reazioni “imprenditoriali” e prime “azioni concrete” qui

  6. E siamo alla proposta di decreto soppressivo!!

  7. Nonostante le prese di posizione la situazione attuale è la seguente:
    A meno che non ci sia una accelerazione dei tempi o un provvedimento straordinario, il DL resta in vigore così com’è fino al 28 gennaio 2009; ne consegue che il 15 gennaio l’Agenzia delle Entrate inizierà a ricevere le istanze per essere ammessi ad usufruire della detrazione (partecipare alla lotteria).
    Anche se dichiarazioni ” a caldo” danno vincitori tutti i cittadini che si sono opposti a questa barbarie legislativa

  8. A quanto pare le modifiche approvate col decreto, molto probabilmente incostituzionale, sono anche in contrasto con le norme approvate dallo “Statuto dei diritti del contribuente”. Per quanto possa apparire incredibile infatti, i contribuenti hanno anche dei diritti. In particolare il punto 3 della norma afferma che:
    1. Salvo quanto previsto dall’articolo 1, comma 2, le disposizioni tributarie non hanno effetto retroattivo. Relativamente ai tributi periodici le modifiche introdotte si applicano solo a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore delle disposizioni che le prevedono. 2. In ogni caso, le disposizioni tributarie non possono prevedere adempimenti a carico dei contribuenti la cui scadenza sia fissata anteriormente al sessantesimo giorno dalla data della loro entrata in vigore o dell’adozione dei provvedimenti di attuazione in esse espressamente previsti.

    Quindi non solo non è corretto “abilitare” la partecipazione alla lotteria a partire dal 15 di Genniao (approvazione decreto 29 Novembre), ma che visto il passaggio in Senato e l’approvazione delle promesse modifiche, una nuova eventuale lotteria non potrebbe avvenire prima di Aprile 2009.
    Questo lascia spazio a noi cittadini per poter avviare montagne di ricorsi.

  9. la catena dei blog è partita da http://www.kuda.tk

  10. Pingback: - tasse - sprechi + risparmio energetico (continua la protesta) ( Ecologia Economia Energia Tasse o balzelli ) - Il blog di Marcello Saponaro

  11. Pingback: Più tetti solari, meno tasse. Un passo alla volta stiamo vincendo. ( Ecologia Economia Energia Tasse o balzelli politica ) - Il blog di Marcello Saponaro

  12. Pingback: Altro che Sky, aridateci il 55 (per cento) « Tau Zero

  13. Pingback: Le chiacchere stanno a zero « Gruppo Acaja

  14. Pingback: Incatenati contro il decreto anti-ambiente | Yourpage live news aggregator

  15. Pingback: Salva il 55%, ultimi giorni. Meno tasse, più rinnovabili. ( Ecologia Energia Tasse o balzelli ) - Il blog di Marcello Saponaro

  16. Pingback: Letizia Palmisano - ri-AMBIENTI-AMO ROMA » CONTINUIAMO A INCATENARCI PER DISSOLVERE I TEMPORALI IN VISTA

  17. Pingback: CONTINUIAMO A INCATENARCI PER DISSOLVERE I TEMPORALI IN VISTA | Yourpage live news aggregator

  18. Pingback: 100 Blog contro il decreto legge anti-ambiente « Marcella Zappaterra

  19. Pingback: Cento e piú blog contro il decreto anti-ambiente « Il Derviscio

  20. Pingback: Novità sulle detrazioni al 55% : Rigeneriamoci

  21. Pingback: suicidio energetico « Altrosapere

  22. Ciao, il tuo blog aveva aderito alla catena di blog contro l’art 29 del decreto 185/08, ci sono belle notizie, sembra che abbiamo vinto: http://blog.libero.it/KudaBlog/6288993.html
    Kuda

  23. Pingback: 100 Top Posts, Blogs Italiano Wopdrpess 3/12/2008 « Kopanakinews’s Weblog

  24. Pingback: Letizia Palmisano - ri-AMBIENTI-AMO ROMA » Le nuvole sono sensibilmente svanite

  25. Pingback: Stormir d’uranio « Gruppo Acaja

  26. Pingback: Protestiamo contro il decreto che taglia i fondi per l’efficienza energetica | Federazione Regionale dei Verdi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...