Stormir d’uranio

nuclearTorniamo sul tema “nucleare a Fossano” con la “pronta” replica del sindaco Balocco circa le “recenti”  indiscrezioni sul nucleare Fossanese. Finalmente registriamo un minimo di serietà su un tema scottante e di attualità, dopo l’irresponsabile ironia che ha caratterizzato precedenti interventi.

“E’ una voce che ci preoccupa  e a cui intendiamo replicare con forza, senza attendere che si diradino le nubi, ancora molto fitte, sulle decisioni del Governo e sulle modalità che intende seguire per individuare i territori prescelti. Non è nostro compito entrare nel dibattito pro o contro l’energia nucleare. Ci preme sin d’ora, tuttavia, annunciare in modo chiaro e irrevocabile la nostra assoluta indisponibilità ad ospitare una centrale nucleare. Per due ragioni principalmente. In primo luogo perché Fossano – così come tutto il Piemonte – è troppo vicino, in linea d’aria, al reattore francese Super Phenix, che peraltro ha avuto una vita costellata di malfunzionamenti e di incidenti. In buona sostanza, abbiamo già dato: non è proprio il caso di costruire una seconda centrale raddoppiando i rischi per le nostre popolazioni. In secondo luogo perché la provincia di Cuneo non può tollerare – a pena di snaturare la propria identità – una presenza tanto ingombrante, che avrebbe il duplice effetto di compromettere l’immagine della nostra terra, nuocendo in modo irresponsabile sia alle produzioni agricole che alla promozione turistica, ovvero due tra i punti di forza che ci vengono unanimemente riconosciuti”. “Per ora si tratta solo di uno stormir di fronde  ma è bene stare in allerta per evitare accelerazioni improvvise, sempre possibili quando ci si deve confrontare con temi ‘imbarazzanti’ e impopolari come questo. Non possiamo permetterci di farci trovare impreparati: ne va del nostro futuro e della nostra dignità”.

Al di là della facile ironia che si può fare sulle parole del Sindaco: “ci preoccupa” !?! e che ne è stato del “grande camino in piazza Castello” ?, chissà a cosa dobbiamo questo cambio di vento “nucleare”.

Diamo spazio anche al punto di vista degli Ecodem secondo cui i numeri paventati dal Governo sul beneficio dell’energia nucleare sono completamente sballati.
Prima falsita’: le scorie. Non e’ vero che il nucleare di nuova generazione produce meno scorie. Le quattro nuove centrali nucleari da 1,6 GW a tecnologia francese consumeranno infatti oltre 30 tonnellate di uranio arricchito all’anno che inevitabilmente generano rifiuti radioattivi.
Seconda falsita’: la quota di produzione. E’ stato affermato che gli impianti produrranno a regime il 25% del consumo nazionale, ma la cifra e’ esagerata.
Quattro centrali potranno al massimo produrre 45 TWh di energia che oggi rappresentano circa il 13% del consumo nazionale.
Terza falsita’: “Non e’ assolutamente vero che l’Italia importa una grande quantita’ di energia elettrica dall’estero, per lo piu’ dal nucleare francese. Importiamo solo il 12,5% dell’energia e il dato interessante e’ che ben l’80% di quell’energia e’ prodotta da fonti rinnovabili, e non dal l’atomo”.
Quarta e ultima falsita’: la spesa. Occorrono 20 miliardi di euro per quattro centrali, 5 per ogni impianto. In Finlandia, dove stanno costruendo una centrale a tecnologia francese, i costi finali sono raddoppiati rispetto ai preventivi.

E terminiamo quest’intervento con un suggerimento:

A Montalto di Castro, già sito nucleare,  per scongiurare possibili operazioni di questo tipo si è optato per la costruzione  della più grande centrale fotovoltaica d’Italia: ha una potenza di 24 MWp, in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di oltre 15.000 famiglie, evitando l’emissione di 22.000 tonnellate di CO2 l’anno.

BedZed Fossanese, Fotovoltaico distribuito tra i cittadini, Efficienza energetica, sensibilità ambientale: queste sono le parole chiave per coinvolgere attivamente i cittadini, migliorare la vita, l’amministrazione e l’economia della città.

Per maggiori informazioni sulle varie iniziative, restate sintonizzati.

[ip]

Informazioni tratte da:
[1] “Fossano tra i 27 siti destinati ad ospitare centrali nucleari? Il sindaco Balocco: “Diciamo subito che non siamo disposti ad accettare un’idea simile”
, CuneoCronaca
[2] “ECODEM: Nucleare, disinformazione su costi e benefici“, Ecologisti Democratici
[3] “Regione Lazio. A Montalto la centrale fotovoltaica più grande d’Italia.“, Laboratorio Educazione Ambientale, Provincia di Frosinone

Annunci

12 risposte a “Stormir d’uranio

  1. Una parola chiave per Balocco e per i giornalisti a Fossano è anche questa: DEPOSITO DI SCORIE. Suona altrettanto male, vero?

  2. ciao, ti segnalo questa iniziativa:
    http://blog.libero.it/KudaBlog/6668843.html
    in sostanza si tratta di provare, per una volta, di giocare in proposta rispetto al governo con delle idee chiare su come migliorare la situazione ambientale del nostro paese. Vorrei che gli dessi un’occhiata, e se ti sembrano interessanti, che ci dessi una mano nella diffusione,
    ciao

  3. Le parola del Sindaco, ( a breve speriamo ex sindaco ), persona del tutto inaffidabile non valgono nulla. Balocco è un grande solo nel indire conferenze stampa….A casa!!!!

  4. Francesco Balocco però si ricandida. ‘Ha prevalso la voglia di portare a compimento le numerose iniziative avviate o che si stanno avviando, non solo i lavori in cantiere, ma anche il nuovo centro di riabilitazione e la conseguente “rivoluzione” dell’area che ora ospita l’ospedale, o il mega-progetto del Foro Boario’ (La Fedeltà, 11 Marzo 2009)
    Questa “voglia” chissà su cosa ha prevalso! Poi, che bella questa voglia di “cantierizzare” Fossano! Davvero.

  5. Dopo quindici anni di regime della sinistra
    ( a Fossano controllano la “Fedeltà, sono spondati dalla Curia, non prendono in considerazione l’opposizione) è ora di voltare pagina, qualunque essa sia!!!

  6. x ElleBi …. qualunque sia dire proprio di no…Se l’opposizione continua ad essere quella degli anni passati (in particolare i candidato a sindaco) il mio voto non lo avrà mai!

  7. La Toscana dice no al nucleare!
    Il Consiglio regionale avrebbe approvato una mozione in cui si dichiara “l’indisponibilita’ del territorio regionale alle procedure di individuazione di siti idonei all’attivazione di centrali nucleari”.
    “La Regione – ha detto Bruna Giovannini (consigliera della Sinistra Democratica) – ha fatto la scelta delle energie rinnovabili e su questa strada dobbiamo procedere celermente”.
    (da Verdi.it)

  8. Non mi interessa dx o sx, ma RIBADISCO NO al NUCLEARE.
    Non bastano le varie interviste di REPORT?
    Nessuno si attiva per un nuovo REFERENDUM col quale ripetere il nostro NO?

  9. Non vedo perchè si debba fare un nuovo referendum…Non mi risulta abbiano una data di scadenza!!!

  10. di nuovo rimbalza il nome di fossano per possibili siti nucleari: SOS! non facciamo di fossano 1 trino vercellese: provate ad andarci per credere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...